In questo e nel prossimo articolo analizzeremo il Calendario della Serie A 2019/20, cercando di capire l'importanza che potrà avere sia dal punto di vista calcistico che da quello fantacalcistico. 

Ovviamente - e non dovrebbe essere neanche necessario sottolinearlo - non esistono a priori "calendari facili" o "calendari difficili", essendo un match più o meno difficile anche in base al momento fisico e mentale in cui si trovano le due formazioni. 

Ma sicuramente esistono partite e cicli di partite più importanti e decisivi di altri. Partiremo quindi cercando di capire quali potrebbero essere i momenti decisivi per le "grandi" del nostro campionato, poi faremo un riassunto schematico dei match più importanti ed infine proveremo ad analizzare questo sorteggio anche dal punto di vista fantacalcistico, dando qualche consiglio sulle squadre che potrebbero essere "accoppiate" per avere più match abbordabili durante il campionato.

 

Juventus: partenza ostica e ultima con la Roma

Poteva andare meglio alla Juventus nel sorteggio delle prime giornate, che affronterà due trasferte pericolose a Parma (1a giornata) e Firenze (3a), intervallate dal big match casalingo con il Napoli. Ovviamente i pluri-campioni d'Italia hanno tutte le carte in regola per raccogliere tanti punti, ma tenendo conto del cambio di allenatore (con Sarri che di solito ci mette un po' per far assimilare i propri schemi ai calciatori) e dei grandi carichi di lavoro necessari per preparare una stagione piena di impegni, sicuramente a Torino avrebbero preferito una partenza più soft.

Altro big match di cartello qualche settimana più tardi, quando i bianconeri faranno visita all'Inter (7a giornata), e qualche settimana dopo arriva anche il "ciclo terribile" dall'11a alla 13a giornata, quando la Juventus affronterà nell'ordine il derby con il Torino e le partite con Milan ed Atalanta. Tra l'altro durante il girone di andata queste partite si alterneranno con la quarta giornata del girone di Champions League e la terza pausa per i match delle nazionali. 

Ultimi scogli previsti i match con le due compagini romane: la Lazio alla 15a giornata e la Roma all'ultima, con la possibilità di vivere un finale di stagione thriller.

 

Napoli: partenza proibitiva, ma...

A causa dei lavori estivi al San Paolo, il Napoli giocherà i primi due match del campionato in trasferta, ma anche in questo caso il sorteggio sarebbe potuto essere di certo più benevolo: Fiorentina alla 1a giornata e Juventus alla 2a.

Ma, come abbiamo già detto, la dfficoltà di una partita dipende anche dal momento in cui si trovano le due squadre, e se c'è un momento in cui è "più facile" affrontare due squadre che quest'estate hanno cambiato tanto (come Fiorentina e Juventus), è sicuramente l'inizio del campionato. Quindi i partenopei, che sicuramente rischiano di avere una partenza ad handicap, in realtà potrebbero anche trarre giovamento da questo sorteggio e - in caso di doppio risultato positivo - lanciarsi per un convincente campionato di vetta.

Infatti i successivi ostacoli offerti dal calendario non si presenteranno prima della 10a giornata, quando gli azzurri troveranno sulla propria strada l'Atalanta e a seguire Roma (11a), Genoa (12a) e Milan (13a). Ma il periodo peggiore per il Napoli sarà sicuramente nel mese di gennaio, quando a cavallo tra i gironi di andata e di ritorno, dovrà vedersela con Inter (18a), Lazio (19a) e poi di nuovo Fiorentina e Juventus, con la flebile consolazione di avere tre partite su quattro tra le mura amiche. 

 

Inter: attenti alle montagne russe!

Il calendario dei nerazzurri presenta un'evidente alternanza di "cicli abbordabili" e "cicli terribili": toccherà a mister Conte e ai suoi calciatori gestire al meglio queste diverse situazioni e provare a trarre il massimo possibile da entrambe.

Si comincia con 3 partite ampiamente alla portata della compagine milanese (nell'ordine contro Lecce, Cagliari e Udinese), che potrebbe quindi giugnere a punteggio pieno  (o giù di lì) al derby con il Milan (4a giornata), che aprirà una prima serie di scontri diretti per le prime posizioni: dopo i rossoneri, infatti, l'Inter affronterà Lazio (5a giornata), Sampdoria (6a) e Juventus (7a).

A questo punto il calendario torna benevolo e non prevede partite proibitive per quasi due mesi. Sarà questo il momento in cui il nuovo allenatore potrà lavorare al meglio sulla propria squadra, magari con una maggiore attenzione alla Champions League.

Ultimo sprint decisamente ostico, con avversarie in successione Roma (15a giornata), Fiorentina (16a), Genoa (17a), Napoli (18a) e Atalanta (19a). 

 

Milan: tutto in un mese, o quasi

Anche i rossoneri, come i cugini nerazzurri, hanno un percorso di avvicinamento al derby tutt'altro che proibitivo. Prima della sfida all'Inter (4a giornata) troveranno sulla propria strada l'Udinese e le due neopromosse Brescia e Verona. Si prospetta quindi un inizio molto interessante per le due squadre meneghine, che potrebbe riportare alto l'entusiasmo di entrambe le tifoserie.

Per il resto, il calendario del Milan vede tutte le sfide con le grandi concentrate nello stesso periodo: alla 9a giornata sarà la volta della Roma, e due settimane dopo il trittico da paura con Lazio (11a giornata), Juventus (12a) e Napoli (13a). Anche in questo caso, bisognerà vedere se questa serie di match potrà esaltare le velleità milaniste oppure ridimensionarle. Citando Manzoni, potremmo dire: "Ai posteri l'ardua sentenza..."

 

Roma: si inizia con il derby, si finisce con la Juve

Il calendario della Roma sembra quello in cui i match più importanti sono stati distribuiti nel modo più equo nei diversi momenti della stagione. Di nuovo, non possiamo sapere se questo alla fine risulterà un vantaggio o meno, ma potrebbe aiutare i giallorossi a superare prima eventuali momenti di appannamento.

Il primo match di cartello è addirittura il derby con la Lazio che avrà luogo già alla 2a giornata, cosa totalmente inedita per la stracittadina romana, che non si era mai giocata così presto nella stagione, visto che negli anni precedenti c'erano sempre stati maggiori vincoli relativi alle prime giornate di campionato.

Gli altri big match per la squadra di Fonseca saranno alla 9a giornata (con il Milan), all'11a (Napoli), alla 15a (Inter) e alla 19a (Juventus).

 

Da segnare sull'agenda...

Chiudiamo questo articolo con la lista dei match da non perdere assolutamente:

Giornata Match Andata Ritorno
2 Juventus - Napoli 1/09/2019 26/01/2020
  Lazio - Roma 1/09/2019 26/01/2020
4 Milan - Inter 22/09/2019 9/02/2020
5 Inter - Lazio 25/09/2019 16/02/2020
  Roma - Atalanta 25/09/2019 16/02/2020
7 Inter - Juventus 6/10/2019 1/03/2020
8 Lazio - Atalanta 20/10/2019 8/03/2020
9 Roma - Milan 27/10/2019 15/03/2020
10 Napoli - Atalanta 30/10/2019 22/03/2020
11 Milan - Lazio 3/11/2019 5/04/2020
  Roma - Napoli 3/11/2019 5/04/2020
  Torino - Juventus 3/11/2019 5/04/2020
12 Juventus - Milan 10/11/2019 11/04/2020
13 Atalanta - Juventus 24/11/2019 19/04/2020
  Milan - Napoli 24/11/2019 19/04/2020
15 Inter - Roma 8/12/2019 26/04/2020
  Lazio - Juventus 8/12/2019 26/04/2020
16 Genoa - Sampdoria 15/12/2019 3/05/2020
17 Atalanta - Milan 22/12/2019 10/05/2020
18 Napoli - Inter 5/01/2020 17/05/2020
19 Inter - Atalanta 12/02/2020 24/05/2020
  Lazio - Napoli 12/02/2020 24/05/2020
  Roma - Juventus 12/02/2020 24/05/2020

Saltano subito all'occhio ciò che era già stato evidenziato nelle nostre analisi precedenti: due grandi match già alla seconda giornata, poi un periodo un po' più calmo che culminerà con un ciclo di fuoco (ben otto match di cartello) tra l'11a e la 15a giornata, ed infine un ultimo da leccarsi i baffi: tre match che potrebbero decidere le sorti del campionato con potenziali incroci ad altissimo tasso di adrenalina.

 

Torna alla pagina principale della Guida